Borsa

20.01.2016 06:09

Mentre la Borsa sprofonda, bruciando miliardi su miliardi ed a soffrire (sempre meno dei piccoli risparmiatori) sono principalmente i titoli bancari ecco che scendo in campo gli esperti. Esperti di cosa? Ma ovviamente di finanza, risparmi e sul come investire al meglio i nostro soldi. E così sui grandi quotidiani italiani è tutto un trionfo di titoli del tipo: “Ecco i consigli per investire al meglio i propri risparmi mentre le Borse affondano”. Grazie, grazie molte. a arrivare qualche volta un giorno prima e non sempre il giorno dopo mai? Sappiamo bene che la Finanza non è una scienza esatta e non ha regole matematiche, ma se ad insegnare ai risparmiatori a chiudere la stalla quando i buoi sono fuggiti sono sempre gli esperti del giorno dopo, no grazie! Eppure succede sempre così. E non solo con le crisi finanziarie. Gli stessi che oggi concionano di risparmi, investimenti e difesa del gruzzolo sono gli stessi che fino a ieri ci indottrinavano con la ripresa dell’economica, la stabilità economica e altre giuggiole simili. Oggi cambiano cappello e ridiventano guru. E cosa consigliano i guru dei giornali? Di far entrare in campo il consulente finanziario – ammesso che uno se ne sia mai servito – per verificare se il tesoretto è al riparo dalle volatilità della Borsa. Il che, grossomodo, equivale a consigliare a prendere un’aspirina dopo l’influenza e non a prevenire l’influenza stessa. O, se vogliamo usare un’altra metafora ancora più chiara, spiegare ad una squadra di calcio dopo una sonora sconfitta, che per vincere è necessario buttare la palla in rete. Parbleu che perspicacia! Purtroppo le cure del giorno dopo servono a poco, se non a far sentire ancora più sciocco il risparmiatore che si è fidato dei consigli e delle previsioni del bancario al quale si è rivolto per tutelare il gruzzoletto. Purtroppo andremo avanti così anche o soprattutto sul versante del risparmio.  Purtroppo la solfa è sempre la stessa: cornuti e mazziati. O per dirla in italiano: oltre il danno la beffa. Chiudiamola con Pitigrilli, al secolo Dino Segre, scrittore e aforista italiano, il quale diceva: “Non datemi consigli, so sbagliare da me”.


contatori