Senilità

31.05.2015 06:40

Dai, diciamocelo senza il timore di essere fraintesi: se non si fossero ogni tanto le elezioni e soprattutto se non ci fosse in campo Silvio Berlusconi tutto sarebbe di una noia pazzesca.  Invece, per nostra fortuna, l’ex cavaliere ed ex presidente del Consiglio una la fa e l’altra la combina anche se ci resta un sospetto: marketing o acciacchi da senilità? Dunque, Berlusconi si presenta nel salotto di Barbara d’Urso a Pomeriggio Cinque e cosa ti va a dire? La frase più da vecchio mandrillo che poteva esserci con l’intento di essere super simpatico almeno ai residenti delle case di Riposo che in lui vedono il riscatto del tramonto: “Barbara, sei l'unica che non c'è mai stata. Ma, tranquilla: Non sono venuto qui per provarci ancora! Siamo amici”. Naturalmente di fronte ad una così grande patente di illibatezza la Barbara che fa? Si scompiscia dalle risate! Prosit! Poi non pago delle performance Berlusconi si presenta ad una festa elettorale in piazza, ma… sbaglia piazza e va a sostenere il candidato sindaco del centro sinistra di Segrate. Il ticoon di Arcore arriva con il solito corteo di auto e scorta, scende sorridente secondo copione e si incammina per gli stand, stringe mani e poi si informa: “Come si chiama il candidato? Paolo? Bene, bene, allora invito tutti a trovare un’ora per andare a votare Paolo”. Passano pochi minuti, i presenti dicono non più di cinque sei minuti, e qualcuno fa notare a Berlusconi che la candidata del centro destra Tecla Fraschini era in un teatro per la sua festa conclusiva ed era lì che aspettava l’ex presidente. La gaffe ha fatto immediatamente il giro del web, questa si facendo scompisciare dalla risate mezza Italia.  Ma, nonostante la figuraccia mega galattica, sbollita la collera e dopo aver pettinato a dovere chi gli ha fatto la figura dello smemorato di Collegno, il Nostro ha raccolto l’insperata pubblicità che l’evento gli ha regalato. Forse è anche per questi due piccoli episodi che qualcuno molto vicino all’Unto dal Signore gli ha consigliato di cercarsi un successore. Ma siamo certo che per quanto bravo posso essere chi tra una decina d’anni proverà a succedergli non sarà così bravo come è stato e continua ad essere Silvio Berlusconi, un uomo buono per tutte le parti in commedia! Che dio ce lo preservi. Amen!


contatori