Manna

28.12.2014 08:11

Matteo Renzi è sicuro che i detrattori dello Jobs act  e i nostalgici dell’articolo 18 prima o poi “si arrenderanno all'improvviso, quando non potranno più negare la realtà”. Come dire, la vita vi sorriderà inaspettatamente. In effetti non si capisce tutto questo starnazzare contro la riforma del lavoro voluta fortissimamente dal premier. Ok, è vero che ci sarà il licenziamento singolo e anche quello collettivo. Ma non sono previste né le trenta frustate, né la lapidazione né la gogna pubblica. Vi pare poco? I gufi ne prendano atto e facciano l’inchino, magari prima di arrendersi di fronte a tanta manna...


conta visite per sito web